Come fare Branding con il Podcast

Podcast, come fare Branding

Modalità e opportunità a disposizione dei brand nel mondo audio dei podcast.

17 Giugno 2021

Il Podcast è uno dei canali di comunicazione maggiormente cresciuti negli ultimi anni: nel 2020, ben 13,9 milioni di italiani hanno ascoltato un podcast, con una media di 25 minuti di ascolto per minimo una volta a settimana.

Oggi in italia i 5 podcast più ascoltati su Spotify sono:

1 “The Essential” di Will Media, con Mia Ceran

Podcast di attualità che in 5 minuti racconta notizie e avvenimenti nel mondo

2 “Il podcast di Alessandro Barbero: Lezioni e Conferenze di Storia”

Come dice il nome stesso, in questo podcast si tengono lezioni di storia curiose e avvincenti condotte dal professor Alessandro Barbero

3 “Demoni urbani” di Gli Ascoltabili

Crime Stories per questo podcast che in ogni puntata racconta storie agghiaccianti e inquietanti su diverse città e i mostri che ne percorrono le strade.

4 “Buonanotte” di Chora 

Le due giovani creator/influencer Cecilia Cantarano e Valeria Vedovatti fanno un resoconto della giornata incentrando ogni puntata su un tema specifico.

5 “Storie di Geopolitica”

Fatti attuali analizzati partendo dagli eventi storici dove affondano le proprie radici.

In Italia il mondo dei podcast si deve ancora sviluppare a pieno, oggi c’è ancora una fetta importante di “rassegne stampa” e trasposizioni di programmi radio, ma contenuti come Buonanotte, Morgana (il podcast di Michela Murgia), Da Costa a Costa (il progetto giornalistico di Francesco Costa sulla Politica degli Stati Uniti) e il podcast di Montemagno sono esempi di racconti e modalità diverse che si stanno affacciando.

Il podcast è un mezzo dove gli utenti si immergono e al quale dedicano una fetta importante del loro tempo quotidiano, anche se magari in multitasking.

Per i brand questo è un terreno fertile e molto attrattivo. Ma la domanda, in questi casi, è sempre una: come fare Branding sui Podcast?

Le modalità principali sono due: Advertising o Storytelling.

Advertising e Podcast

L’advertising sui podcast è in notevole crescita, come mostrato dalla ricerca di Voxnest e Spreaker. In Italia l’investimento di adv in questo canale è cresciuto del 37% tra Gennaio 202 e Marzo 2021, mentre a livello globale registra un aumento spaventoso del 370%.

Nel nostro paese il podcast non si è sviluppato grazie ai Crime Show come negli Stati Uniti, ma nel settore Society & Culture (+320% dal 2020 al 2021, seguito da Technology, Comedy, Art & Books, History ed infine Business).

L’opportunità dell’advertising sui Podcast è duplice: verticale e di advocacy.

Da una parte i podcast possono fornire agli inserzionisti un target molto specifico, una nicchia vera e propria che può essere interessata ai loro prodotti/servizio.

Dall’altra tra i conduttori e gli ascoltatori si crea un legame molto forte, soprattutto quando è il conduttore stesso a leggere lo spot generando una Brand Recall maggiore rispetto alle ads promosse direttamente dal brand. (l’ad-read è molto sviluppato negli USA. 

(fonte Nielsen https://www.nielsen.com/us/en/insights/article/2020/host-read-podcast-ads-pack-a-brand-recall-punch/)

I brand possono quindi trovare dei buoni risultati sul canale, attraverso attività di advertising ragionato e creativamente stimolante, e che sia non solo in linea con i linguaggi del canale, ma in linea con il linguaggio del singolo programma.

Storytelling e Podcast

I brand possono anche arrivare a creare dei contenuti proprietari sotto forma di podcast e di Storytelling.

Le modalità possono essere diverse, ma pur mantenendo i principi di valore per l’utente e autenticità dei contenuti.

Esempio molto interessante è quello di Aptamil, brand di Danone che ha creato una serie di Podcast fatta da 40 brevi puntate, 4 minuti ciascuna, una per ogni settimana di gravidanza, dove viene raccontata l’esperienza e ciò che accade nel corpo. 

Il contenuto è di valore perché parla ad un target specifico, che ha bisogno di consigli e informazioni, i contenuti sono autentici perché di carattere scientifico.

Caso diverso è Mini che grazie al supporto di VOIS (https://vois.fm/blog/branded-podcast-i-migliori-esempi-di-podcast-aziendali-italiani/#h-extra-podcast-molinari) ha creato una serie di Podcast che racconta storie di persone che hanno svoltato nella propria vita.

Qui si tratta di un contenuto di valore perché corrisponde in molti cercano una svolta, ed è autentico perché raccoglie storie vere.

Con il Branded Podcast i marchi devono essere in grado di abbracciare il cambiamento, mettendosi maggiormente a nudo davanti ai propri utenti, raccontandosi ma non in maniera passiva e noiosa come spesso accade su siti e video istituzionali, bensì con contenuti in grado di interessare e stimolare una relazione.

Gli utenti vogliono ascoltare i podcast e per tanti minuti, se siamo in grado di inserirci in questo flusso senza disturbare e senza interrompere, allora le possibilità sono infinite.

Quindi let’s brand

Condividi su

Matteo Spinso

altri articoli

NUOVE RADICI E ARTEFICEGROUP

Le ragioni per cui ArteficeGroup, agenzia di marketing e comunicazione, ha deciso di mettere gratuitamente […]

La rete ai tempi del COVID19

Tutela della privacy, fake news, haters… e poi succede che arriva un virus che è […]

Di cosa parliamo quando parliamo di design di idee di comunicazione?

Si è vero, il titolo è una citazione di quello di una famosa raccolta di […]